Il Sindacato degli Ispettori promuove ricorsi per il 9° Corso Vice Ispettori

Il Sindacato degli Ispettori ANIP e Italia Sicura promuovono i ricorsi avverso il mancato riconoscimento dell’indennità di missione e per la retrodatazione della decorrenza dei della qualifica per i Vice Ispettori del 9° corso.

Sul tema del trattamento economico dei frequentatori del 9° Corso per Vice Ispettori della Polizia di Stato, il Dipartimento della Pubblica Sicurezza ha formalmente disposto che ai suddetti corsisti non verrà riconosciuto il trattamento di missione ai sensi della L. 86/200, ma verranno invece posti in aspettativa speciale ex art. 28 della L. 668/86.

Le note del Ministero non contemplano il contenuto precettivo dell’art. 668/1986; è illogica poiché trattasi di un concorso interno, non già pubblico, ed è irragionevole poiché inquadra la promozione ad una qualifica superiore come novazione del rapporto di lavoro.

Il concorso di cui trattasi si svolto attraverso una procedura lunghissima, nonostante ciò, non è stata nemmeno riconosciuta, ad oggi, la retrodatazione della decorrenza della qualifica.

Per questi motivi l’ANIP- ITALIA SICURA ha deciso di rivolgersi al noto Studio Legale Avvocato Michele Bonetti & Partners per promuovere due distinte azioni legali volte a tutelare i diritti dei vincitori del concorso, una per il riconoscimento dell’indennità di missione e l’altra per la retrodatazione della decorrenza della qualifica.

Abbiamo diffuso la modulistica predisposta dallo studio legale che ha espresso la fattibilità sussistendo sufficienti elementi per poter proporre azioni collettive che, attraverso l’esperimento di misure cautelari d’urgenza.

Per la raccolta delle adesioni al ricorso è possibile rivolgersi ai seguenti referenti Vice Ispettori dell’ANIP-ITALIA SICURA che frequenteranno dal 12 settembre p.v. il corso nelle Scuole di :

  • Piacenza (PETRELLI Maria detta Marica tel. 3313779354);
  • Brescia (LEMBO Giovanna tel. 3476628691 );
  • Campobasso (PACCHIONE Simonetta tel. 3313707338);
  • Nettuno (NERI Fabrizio tel. 3313722376).
Scarica Comunicato

Allegati per i ricorrenti

 

Lascia un commento