Stress correlato. Aggiornamenti dalla commissione

ROMA – Il Gruppo di Lavoro che già da tempo – in ottemperanza agli obblighi imposti dal D.Lgs 81/01 – si sta occupando dell’individuazione degli indici di stress da lavoro correlato nel contesto lavorativo della Polizia di Stato nell’ultima riunione con i rappresentanti sindacali di tutte le organizzazioni, è giunto all’elaborazione di un questionario che dovrà essere compilato da tutti i datori di lavoro dei diversi uffici relativamente al personale in servizio.

L’area di discussione affrontata riguarda l’interfaccia casa-lavoro e comprende diversi item che si riferiscono a frequenti situazioni in cui viene a trovarsi il personale, relative alla sfera familiare e personale nel contesto lavorativo che, se non gestite in maniera adeguata possono diventare causa di stress.

Si è discusso tra l’altro, della possibilità di effettuare la pausa in luogo adeguato, di effettuare orario flessibile, di raggiungere il luogo di lavoro con i mezzi pubblici dell’Amministrazione, di fruire agevolmente di permessi e benefici di legge per esigenze personali, di fruire, per La custodia e l’assistenza dei figli di strutture pubbliche, di nidi aziendali o di strutture private convenzionate con l’Amministrazione.

Sono stati presi in considerazione anche i cambi turno frequenti, l’impiego in giornate festive e di riposo e la possibilità di fruire di un alloggio collettivo di servizio.

La nostra organizzazione sindacale ha evidenziato al Gruppo di Lavoro, la necessità di creare dei margini di riferimento all’interno di quest’area di discussione, che valutino le situazioni particolari delle famiglie monoparentali che vivono più marcatamente il disagio di conciliare le esigenze lavorative con quelle legate alla cura dei figli.

Si è proceduto poi ad analizzare sommariamente gli item relativi all’ambiente e alle attrezzature ed equipaggiamento di lavoro con l’intento di approfondirle in successivi incontri.

Roma, 18 ottobre 2011

IL SEGRETARIO NAZIONALE

Teresa Longobardi

– Scarica il comunicato sindacale.

Lascia un commento